L'ipermetropia

Come vede un ipermetropeUn soggetto affetto da ipermetropia non è in grado di mettere a fuoco le immagini provenienti da vicino. Una persona giovane può non accorgersi del difetto a causa della grande capacità di messa a fuoco (flessibilità) del cristallino naturale. Con gli anni però il cristallino perde la sua flessibilità e la capacità di messa a fuoco diminuisce, rendendo evidente l’ipermetropia. In caso di difetti molto elevati, la visione è compromessa anche in età molto giovane.

Il soggetto ipermetrope ha un occhio che è più corto del normale o una cornea meno curva del normale. In questo caso i raggi luminosi vanno a fuoco dietro la retina anziché su di essa. Non esiste una terapia farmacologica in grado prevenire o curare l’ipermetropia e di solito il metodo più utilizzato per correggerla è l'uso di occhiali o lenti a contatto.

Oggi, grazie alla tecnica FEMTOLASIK o alla tecnica PRK, è possibile correggere questo difetto riducendo o eliminando la necessità dell'uso di occhiali o lenti a contatto. Nei casi in cui sia possibile effettuare un intervento con il laser, una valida alternativa è costituita dall'utilizzo di lenti intraoculari refrattive.

Studio Oculistico Dott. Giovanni Bragliani

via Monteverdi n. 32 (angolo via Veneziani)
44124 – Ferrara
Tel/Fax 0532 762635

info@braglianigiovanni.it

Seguici su

Facebook    Google plus