Chirurgia della cataratta

L’INTERVENTO CHIRURGICO DI CATARATTA

chirurgia della catarattaL’intervento consiste nella rimozione del cristallino naturale opacizzato e nella sua sostituzione con una lente artificiale perfettamente trasparente. L’intervento si esegue in genere in anestesia topica, in regime ambulatoriale e di solito non richiede l’utilizzo di punti di sutura. Attraverso una piccolissima incisione, il chirurgo, dopo aver rimosso il cristallino opaco, posiziona in modo permanente la nuova lente intraoculare.

L’intervento dura in genere non più di 20 minuti e molte persone si stupiscono nello scoprire quanto sia semplice ed indolore la procedura di cataratta. La maggior parte dei pazienti torna a casa immediatamente dopo l’intervento e può tornare alle sue normali attività già il giorno successivo.

LE LENTI INTRAOCULARI

lente intraoculareTradizionalmente si utilizzavano solo lenti intraoculari monofocali in grado di correggere il difetto per lontano. Dopo l’intervento di cataratta quindi il paziente doveva necessariamente portare gli occhiali per lettura e per lavorare al computer. Oggi, grazie alle nuove lenti a tecnologia avanzata (multifocali e/o toriche), è possibile correggere qualsiasi difetto pre-esistente, inclusi l’astigmatismo e la presbiopia, con l’obiettivo di restituire una visione funzionale a tutte le distanze e consentire al paziente di essere meno dipendente dagli occhiali per svolgere le sue normali attività. Non esiste una tecnologia migliore in assoluto, la scelta della lente intraoculare deve essere fatta insieme al chirurgo in base alle condizioni dell’occhio e alle preferenze visive e stili di vita di ciascun paziente.

LENTI INTRAOCULARI MULTIFOCALI

ICL trifocale

L’ultima innovazione nel campo delle lenti intraoculari è costituita dalle lenti trifocali. Queste lenti sono dotate di diversi anelli concentrici con diverse potenze di rifrazione, che reindirizzano la luce per tre diversi obiettivi: la distanza, la visione da vicino e quella intermedia. Questa tipologia di ottica è progettato per non dipendere dalle dimensioni della pupilla, e funziona molto bene sia quando la pupilla si contrae (alta illuminazione) e sia quando si dilatata (scarsa illuminazione).

Le lenti più moderne sono asferiche e sono progettate per ridurre al minimo gli effetti ottici indesiderati dopo l'intervento chirurgico, come aloni o abbagliamento e soprattutto per migliorare la visione notturna.

E' un'opzione di trattamento che produce una buona qualità visiva a tutte le distanze, e come risultato, l'indipendenza completa dagli occhiali. Può essere utilizzata sia per la chirurgia della cataratta e che per chirurgia refrattiva.

Studio Oculistico Dott. Giovanni Bragliani

via Monteverdi n. 32 (angolo via Veneziani)
44124 – Ferrara
Tel/Fax 0532 762635

info@braglianigiovanni.it

Seguici su

Facebook    Google plus